Magazine

I PIUMINI DI PUNTO PIUMA HOME

La stagione invernale è nel suo massimo rigore, il freddo è arrivato e non vi è nulla di meglio per ricaricarsi che una bella dormita sotto un caldo e soffice piumino d’oca. Il piumino o piumone d’oca, infatti, consente il giusto riposo mantenendo costante la temperatura corporea, abbassando la percentuale di umidità del proprio letto e offrendo la massima traspirabilità.
Infatti il piumino d’Oca è un perfetto termoregolatore del nostro letto, ma soprattutto è soffice, leggero, anallergico, antiacaro e completamente biocompatibile.
Perché dormire con un piumino d’oca invece della tradizionale coperta di lana o del piumino in sintetico?
La risposta è nel numerosi vantaggi che il piumino stesso offre a dispetto degli altri prodotti.

Il piumino d’oca è:
• Leggero
• Soffice
• Un perfetto regolatore di calore, umidità e traspirazione
• Naturale
• Anallergico
• Antiacaro
• Biocompatibile

Ricordatevi che un buon riposo si traduce per se stessi e per i propri clienti in un buon sonno e di conseguenza in un buon risveglio carico di energie e di buon umore.

Ricordatevi che un buon riposo si traduce per se stessi e per i propri clienti in un buon sonno e di conseguenza in un buon risveglio carico di energie e di buon umore.

In commercio se ne trovano di tutti i tipi e prezzi, ma prima di procedere all’acquisto è opportuno conoscerne le caratteristiche per poter valutare le differenze e di conseguenza scegliere il giusto prodotto.

Ecco le 6 cose da sapere riguardo al piumino d’oca prima di procedere all’acquisto del piumino d’oca:
1.Qualità della piuma

Gli animali che offrono le migliori piume sono solo oche e anatre, bisogna avere chiara la distinzione fra piumino o fiocco e piuma.
Il piumino oca o fiocco si presenta come un soffice batuffolo formato da piccole “barbe” e proviene dal sotto petto dell’oca. La sua struttura permette di trattenere l’aria creando un effetto isolante che consente agli animali di sopportare escursioni termiche e di passare dal caldo al freddo.
Il piumino risulta più pregiato della piuma che è composta da uno stelo detto rachide da cui si dipartono i filamenti.
Attenzione perché molto spesso vengono spacciate per piuma e piumino d’oca penne o piume di galline, triturate e mescolate tra di loro.

È importante, dunque, leggere sempre l’etichetta e guardare la composizione: l’ideale sarebbe 100% piumino oca, o almeno 90% piumino e 10% piumetta.

Più è alta la qualità della piuma, meno sarà la quantità di piuma necessaria per realizzare il piumino con la stessa capacità termica o Filling Power.

2. Provenienza della piuma

Ciò che fa la differenza nella qualità della piuma è la provenienza degli animali. Naturalmente gli animali provenienti da allevamenti in paesi freddi come la Siberia, il Canada, la Groenlandia, l’Europa Nord Orientale (Ungheria, Polonia) forniranno una piuma più folta, soffice e pregiata.
Il top è costituito dal fiocco di Edredone, un’anatra selvatica che vive prevalentemente in Islanda.
Più è alta la qualità della piuma, meno sarà la quantità di piuma necessaria per realizzare il piumino con la stessa capacità termica o Filling Power.


3. Il Filling power

Il Filling power è la capacità termica del imbottitura o in questo caso del piumino.
Più è alto il potere calorico della piuma, minore sarà la quantità stessa di piuma utilizzata, cioè il rapporto volume/peso dell’imbottitura del piumino da cui si deduce la qualità del prodotto. Più è alto il Filling Power, migliore sarà la qualità della piuma: infatti più la piuma è pregiata, minore sarà la quantità che ne occorre per riempire il piumone, che risulterà più soffice e leggero a parità di potere calorico.

Prima di procedere all’acquisto è essenziale conoscere qual è il coefficiente di calore più adatto alle nostre esigenze.

4. I punti di calore

Prima di procedere all’acquisto è essenziale conoscere qual è il coefficiente di calore più adatto alle nostre esigenze.
Per questo i piumini vengono classificati con dei punti di calore che vanno da 1 a 5, dove 1 si intende la versione light, leggerissima per l’estate, 5 quella massima per climi rigidi.
Tra i modelli di piumini più consigliati è il quattro stagioni formato da da due piumini, uno leggero ( valore 1) e uno medio (valore 3/4), che uniti attraverso appositi bottoncini forniscono il massimo comfort e calore (1+3/4 punti di calore).

5. Tessuto e confezione

Anche il tessuto esterno usato per contenere la piuma fa la differenza. Il rivestimento è bene che sia di cotone antipiuma, a trama fitta e compatta in modo tale da impedire la fuoriuscita dei fiocchi, permettere il regolare passaggio d’aria e impedire l’insediamento all’interno di acari e polvere,.
In alcuni collezioni vengono impiegati per l’esterno anche tessuti pregiatissimi come batista di cotone, seta e cashmere per rendere il prodotto più leggero e delicato al tatto.
Il confezionamento può essere a quadri fissi, a canali o a cassettoni. Il quadro fisso è preferibile in quanto non consente alla piuma di spostarsi e quindi la distribuzione del materiale e il calore risultano uniformi. In questo modo non è necessario scuotere il piumone ogni volta che si rifà il letto.

Cosa molto importante è che la piuma deve, innanzitutto, essere vergine cioè nuova, mai usata in precedenza, ma lavata, sterilizzata e depolverizzata.

6. Le certificazioni e la tutela degli animali
Le più importanti certificazioni internazionali da noi utilizzate per la realizzazione dei nostri prodotti in piuma sono le seguenti:
• Nomite
• Oeko-Tex
• EDFA-Europen Donw & Feather Association
• IDFA-International Down and Feather Bureau
• Downpass

-Il marchio Nomite riportato sui piumini garantisce che il prodotto è anallergico e antiacaro e quindi adatto anche alle persone che soffrono di allergie. Infatti la piuma, contrariamente a quanto si crede, non costituisce un habitat favorevole per gli acari.
-L’OEKO-TEX®, invece, è il marchio dei prodotti tessili che certifica la non nocività per la salute.
-EDFA è l’Associazione dell’industria delle piume e degli articoli da letto il suo compito è di tutelare gli interessi del consumatore e degli animali e di attestare il trattamento adeguato delle oche e la loro provenienza da allevamenti certificati.
-IDFB si occupa di certificare la qualità delle piume usate
-Downpass si occupa della tracciabilità della provenienza delle piume e della protezione degli animali.


Cosa molto importante è che la piuma deve, innanzitutto, essere vergine cioè nuova, mai usata in precedenza, ma lavata, sterilizzata e depolverizzata.

Sfoglia ora i nostri cataloghi e scopri tutti i prodotti

Visita anche il nostro sito

Punto Piuma s.r.l.

Via Bassa I° 133/b
35011 Reschigliano di Campodarsego
PADOVA

T. +39.049.9200639
F. +39.049.9216428

info@puntopiuma.it

P. Iva 02450200288
REA: PD-230781